Partizione aurea dell´area del trian­go­lo Yin:
ho scel­to que­sto per la de­fi­ni­zio­ne ini­zia­le, im­per­nian­do lo Yon di con­se­guen­za, con una op­zio­ne aper­ta per poi ca­po­vol­ge­re lo schema.

La netta rispondenza al simbolo subito evi­den­te ed invitante; la figura seguente illustra la sola composizione speculare possibile delle 4 porzioni auree, che naturalmente simmetrica al diametro. Le basi distano cos di una fra­zio­ne del raggio di 0.2720196494451767879748.

Nella successiva la base Yin pi alta (0.28 = triangolo Pitagorico) e quella del triangolo Yon simmetrica al suo asse (blu); la linea grigia il diametro; la linea rossa mostra l´asse aureo Yon, di cui non tenuto conto.
Nell´ultima la base Yin an­co­ra a 0.28 e quel­la del trian­go­lo Yon tale per cui la par­ti­zio­ne Au­rea in­ter­na av­vie­ne alla me­de­si­ma al­tez­za del­lo Yin. Non vi re­a­le sim­me­tria: la li­nea blu di in­ter­se­zio­ne si di­sco­sta dal­la li­nea ros­sa che sta­bi­li­sce le due sud­di­vi­sio­ni au­ree, e in en­tram­bi i casi non vi sa­reb­be equi­di­stanza.

 Indice